In seguito alle recenti notizie positive relative alla riapertura in questa attesa Fase3, la Conferenza delle Regioni (20/83/CR01/COV19) ha approvato in data 9 Giugno le linee guida per la ripresa di attività economiche, produttive e ricreative.

Nel rispetto delle misure di carattere generale e dei protocolli adottati per lo svolgimento dei riti, vengono fornite le seguenti indicazioni integrative che costituiscono indirizzi specifici per i banchetti nell’ambito delle cerimonie (es. matrimonio) ed eventi analoghi (es. congresso):

  • Mantenere l’elenco dei partecipanti per un periodo di 14 giorni.
  • I tavoli devono essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli ospiti, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale.
  • Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni, sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro.
  • Gli ospiti dovranno indossare la mascherina negli ambienti interni (quando non sono seduti al tavolo) e negli ambienti esterni (qualora non sia possibile rispettare la distanza di almeno 1 metro). Il personale di servizio a contatto con gli ospiti deve utilizzare la mascherina e deve procedere ad una frequente igiene delle mani.
  • È possibile organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale, escludendo la possibilità per gli ospiti di toccare quanto esposto e prevedendo, per ospiti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie. La modalità self-service può essere eventualmente consentita per buffet realizzati esclusivamente con prodotti confezionati in monodose. In particolare, la distribuzione degli alimenti dovrà avvenire con modalità organizzative che evitino la formazione di assembramenti anche attraverso una riorganizzazione degli spazi in relazione alla dimensione dei locali.

Per ciò che riguarda eventuali servizi complementari ai locali da ballo ad esempio ristorazione, produzioni musicali, spettacoli etc., si fa riferimento alle seguenti indicazioni inerenti anche ai ricevimenti:

  • mantenere almeno un metro di distanza tra le persone e due metri tra chi si trova in pista da ballo.
  • Si potrà ballare solo all’esterno e negli ambienti chiusi sarà necessario indossare la mascherina.

Molte location si stanno attrezzando per spostare i festeggiamenti all’esterno, in modo da garantire, sempre seguendo le regole generali di distanziamento, maggiore libertà non dovendo indossare la mascherina. Tali indicazioni vengono applicate da tutte le Regioni.

Applicando tale protocollo è possibile poter festeggiare un matrimonio il quanto più possibile.

matrimonio COVID

Non si sa ancora cosa ci riserverà il futuro, ma ciò che questa emergenza ci ha insegnato è che a volte i progetti a lungo termine possono riservarci delle sorprese, per questo bisogna apprezzare ciò che abbiamo ora. Bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno, perché fintanto che un evento, anche se tanto atteso, si può rimandare allora nulla viene perso.
Cari futuri sposi sarà sempre il vostro giorno più bello… solo rimandato.
Nonostante tutto, specialmente in questa fase di riapertura, molte coppie stanno scegliendo di mantenere la data del loro matrimonio nel 2020. Altre coppie si sentono più serene nel rimandare, ovviamente questa è una scelta molto personale che a volte coinvolge anche lo spirito generale delle famiglie e degli invitati.
Tutto passa, anche il momento più difficile è trascorso, adesso sta a noi trovare il modo giusto di “conviverci” e cercare di realizzare i nostri sogni…

perché sognare, dopotutto, è una forma di pianificazione!

Se volete rendere il vostro sogno realtà noi siamo ancora qui per voi.