Anche voi oggi sognate di ricevere un anello di fidanzamento che suggelli il vostro amore, racchiudendo una promessa di matrimonio?

Ma lo sapete che fino a qualche secolo fa agli aspiranti fidanzati bastava offrire una mela alla ragazza prescelta come pegno d’amore. Donare invece un anello, ad esempio per i Germani ed i Visigoti, equivaleva a un vero e proprio contratto nuziale.

Ma chi è stato ad aprire le danze a questa tradizione? A quanto pare l’Arciduca Massimiliano d’Asburgo che, nel 1477, donò a Maria di Borgogna un anello d’oro sovrastato da un brillante come promessa di matrimonio. Da allora sino ad oggi questa è diventata una tappa fissa per percorrere la strada matrimoniale, di fatti circa il 70% delle future spose riceve come anello di fidanzamento un diamante.

Tradizione vuole che anche l’anello di fidanzamento come la fede si porti all’anulare sinistro, ma non vadano acquistati nello stesso momento. E l’etichetta vuole che in caso di rottura del fidanzamento ci sia la restituzione reciproca dei doni, quindi anche dell’anello, ma se è l’uomo a decidere di rompere allora la donna può tenersi l’anello.

Maria di Borgogna's engagement ring

#classic

I più classici degli anelli di fidanzamento sono il solitario, la riviera con una schiera di piccoli brillanti, adatta a tutti gli stili e a tutte le donne, e il trilogy, composto da tre diamanti che sottintendono “ti ho amato, ti amo e ti amerò per sempre”.

Solitaire engagement ringRiviera pave engagement ringTrilogy engagement ring

Svariate sono le pietre preziose che si possono incastonare in un anello di fidanzamento, ciascuna con il proprio significato. Proprio il messaggio racchiuso dalle pietre guida il futuro sposo nella scelta della giusta gemma, in modo da trasmettere alla sua amata il proprio pensiero:

  • Diamante: durata, solidità
  • Rubino: amore ardente
  • Zaffiro: fedeltà
  • Smeraldo: speranza
  • Acquamarina: matrimonio duraturo e felice
  • Berillo: forza del legame d’amore
  • Opale: amore sincero.

Ad ogni pietra è associato un segno zodiacale, quindi se il futuro sposo sa che la sua fidanzata è attenta all’astrologia, può scegliere l’anello basandosi proprio sul suo segno:

  • Ariete: rubino, zaffiro, diamante
  • Toro: smeraldo, quarzo rosa
  • Gemelli: smeraldo, turchese
  • Cancro: perla, tormalina, pietra di luna
  • Leone: diamante, avventurina verde
  • Vergine: zaffiro, diamante, diaspro
  • Bilancia: smeraldo, opale
  • Scorpione: rubino, quarzo fumé
  • Sagittario: lapislazzuli
  • Capricorno: granata, onice, malachite
  • Acquario: diamante, ametista
  • Pesci: acquamarina, ametista

#trend

Proprio come per gli abiti da sposa anche per l’anello di fidanzamento vengono dettate ogni anno nuove tendenze in base a modello, taglio e colore.

Si è guadagnato il titolo di must have il sopra già citato anello trilogy, tenuto alla ribalta dal Principe Harry che per Meghan Markle ha progettato un gioiello da un grande diamante centrale del Botswana con due piccoli diamanti della collezione personale della principessa Diana.

Meghan Markle engagement ring

La tradizione impone si sa di indossare qualcosa di blu il giorno delle nozze e perché non proprio l’anello di fidanzamento. A quanto pare le pietre colorate continuano ad ammaliare e proprio l’anello di zaffiro è entrato nella top trend 2019. Dopo aver avuto i riflettori qualche anno fa con Kate Middleton, ha riconquistato la fama grazie a Gwyneth Paltrow o Penelope Cruz che indossano i loro gioielli blu.

Gwyneth Paltrow's engagement ring

La tendenza nordica dilagata nel design, nell’arredamento e persino nel tema delle nozze di ispirarsi alle forme geometriche ha colpito anche gli anelli di fidanzamento. Pullulano in questo 2019 anelli con pietre dal design che presenta un alone esagonale, pietre a taglio triangolare o con un’impostazione angolare.

Hexagon engagement ring

Un altro must have in forte tendenza quest’anno è l’anello a goccia o meglio con taglio a pera. Una scelta adatta a chi vuole distinguersi, per una futura sposa moderna e poco incline ai clichè. Sarà per questo che gli anelli di questo taglio sono i preferiti delle star, basti pensare a Victoria Beckham, la donna dai 14 anelli di fidanzamento.

Pear engagement ring

Così come nella moda anche nella gioielleria i grandi classici rifanno capolino. Questo è il caso dell’anello con gli inserti in oro giallo che si presenta in tutta la sua delicatezza dimostrando che ci sono cose che non passano mai di moda e durano in eterno.

Engagement ring gold

Sempre in pendant con l’abito da sposa anche l’anello di fidanzamento può avere richiami ad altri tempi. E vintage sia con tagli di diamanti retrò come lo smeraldo e la marquise. A far optare il futuro sposo su questa tipologia pare che sia la conformazione tipica di questi tagli che fa sembrare le pietre più grandi di quanto non lo siano in realtà.

Vintage engagement ring

Gli anelli di fidanzamento un po’ come gli abita da sposa seguono la vita: ci sono le novità, il passato, i grandi ritorni e i grandi classici da cui non ci separiamo mai. Tuttavia ciò che davvero resta a te cara futura sposa non è la sola lucentezza abbagliante del tuo anello ma le parole d’amore che lo accompagnano.

E voi cari futuri sposi se volete rendere indimenticabile la vostra proposta non esitate a contattarmi

Wedding proposal

perché sognare, dopo tutto, è una forma di pianificazione.